Now Playing Tracks

Diciamocelo, Tumblr è il miglior social network.
Qui non contano i followers, non è che se hai meno di cento follower nessuno ti caga. È tutto il contrario. Le persone rebloggano sempre i tuoi post, cliccano sul cuore.
Qui non è come Twitter.
Qui non contano le persone che conosci, i mi piace alle tue foto. Qui nessuno conosce come sei fatto.
Qui non è come Facebook.
Qui contano i pensieri, le frasi che ti rimangono impresse. Qui è uno scambio di pensieri continuo. Qui ci si sfoga, ci si fa aiutare da persone che nemmeno si conoscono.
Questo, è Tumblr.

likeapaperairplane (via likeapaperairplane)

E io amo Tumbrl

(via escapperemoinsieme)

“Ma te lo immagini, tra qualche anno?
Te la immagini una casa tutta nostra, una vita da afforntare insieme, noi due contro il mondo?
Dio, se ci penso mi vengono i brividi.
Sarebbe troppo bello, troppo.
Che poi dovrai abituarti al mio disordine; c’è nella mia testa, vuoi che non ci sia anche dove vivo?
Dovrai abituarti ai calzini che lascerò in giro, alla mia spazzola abbandonata affianco al lavandino, al pacchetto vuoto di gocciole che per la fretta dimenticherò di buttare.
Ma sono disordinata, lo sai anche tu. 
Sono un po’ un casino.
Però ti amo, ti amo e ti amerò sempre forte.
Ti aspetterò a casa con la pizza in forno, quella con il salame piccante che ti piace tanto.
Ti aspetterò mentre ti fai la doccia prima di mangiare, e ti preparerò il caffè mentre tu fumerai la tua sigaretta post cena.
E ti rimproverò, “basta fumare”, perchè sai quanto non sopporto che tu ti faccia del male.
Ti ascolterò raccontare del tuo capo idiota, e delle novità che hai sentito. E poi ricorderemo insieme i tempi delle superiori e di quando ci siamo conosciuti, tu eri un criminale e non potevi far a meno delle tue pastiglie e in famiglia non ti capivano, mi ricordo che eri al quarto anno ed io al primo ti guardavo fumare con i tuoi compagni di classe in cortile, non avevi una bella reputazione il secondo giorno di scuola mi dissero che ti drogavi, e avevi ucciso di botte un ragazzo, ah si che avevi rapinato pure una tabaccheria e che ogni mattina ti portavi una bottiglia di whiskey e che a seconda ora l’avevi già finita. Ti ricorderò che ti guardavo sempre all’uscita della scuola, tu con il motorino e la bandana fino al naso perchè ti dava fastidio che la gente ti guardava. ed io a piedi. E anche se mi limiterò a sorridere saprai che ti starò ascoltando, infondo lo sai che passerei ore intere a sentir parlare solo te.
Poi scherzeremo, e la casa si riempirà del suono della mia risata e dei miei “basta!” mentre mi fai il solletico sul divano.
Guarderemo la partita con una coperta e una coca cola, anche se poi riuscirò a convincerti ad andare di sopra.
Ci ritroveremo sotto le coperte a baciarci, ad amarci ancora e ancora.
E ai “ti amo” che non perderanno mai valore.
Probabilmente mi sveglierò nella notte, per un brutto sogno o una delle mie soliti crisi.
Ma la notte non mi farà più cosi paura, perchè basterà girarmi per vederti sveglio con la luce accesa, un bicchiere d’acqua in mano e un “vieni qui e raccontami tutto amore”.
Finirò per addormentarmi abbracciata a te, mentre ancora mi accarezzi i capelli e mi darai un ultimo bacio sulla fronte prima di chiudere gli occhi.
E scusami se sarò un casino, se a volte ti farò impazzire, se inciamperò.
Ma ti prometto che mi rialzerò sempre per migliorarmi e farti stare bene.
Ti prometto che non ti pentirai mai di avermi scelta.
E farò di tutto, di tutto per rendere la tua vita bella da morire.
Anzi, bella da vivere.
Da vivere insieme a me.”
seicomelariacherespiro (via seicomelariacherespiro)
Fino ad un po’ di tempo fa ci credevo..
(via miopiccolomiracolo)
oh mio dio. 19.01.13 ♡
(via spacciokindersorpresa)
Ti aspetterò mentre ti fai la doccia prima di mangiare, e ti preparerò il caffè mentre tu fumerai la tua sigaretta post cena.
E ti rimproverò, “basta fumare”, perchè sai quanto non sopporto che tu ti faccia del male.
Ti ascolterò raccontare del tuo capo idiota, e delle novità che hai sentito. E poi ricorderemo insieme i tempi delle superiori e di quando ci siamo conosciuti, tu eri un criminale e non potevi far a meno delle tue pastiglie e in famiglia non ti capivano, mi ricordo che eri al quarto anno ed io al primo ti guardavo fumare con i tuoi compagni di classe in cortile, non avevi una bella reputazione il secondo giorno di scuola mi dissero che ti drogavi, e avevi ucciso di botte un ragazzo, ah si che avevi rapinato pure una tabaccheria e che ogni mattina ti portavi una bottiglia di whiskey e che a seconda ora l’avevi già finita. Ti ricorderò che ti guardavo sempre all’uscita della scuola, tu con il motorino e la bandana fino al naso perchè ti dava fastidio che la gente ti guardava. ed io a piedi. E anche se mi limiterò a sorridere saprai che ti starò ascoltando, infondo lo sai che passerei ore intere a sentir parlare solo te.
(via callmestivebitch)

”Probabilmente mi sveglierò nella notte, per un brutto sogno o una delle mie soliti crisi.
Ma la notte non mi farà più cosi paura, perchè basterà girarmi per vederti sveglio con la luce accesa, un bicchiere d’acqua in mano e un “vieni qui e raccontami tutto amore”.
Finirò per addormentarmi abbracciata a te, mentre ancora mi accarezzi i capelli e mi darai un ultimo bacio sulla fronte prima di chiudere gli occhi.”
(via haipromessodiportarmialmare)
To Tumblr, Love Pixel Union